Siamo contenti di pagare le tasse

Siamo contenti di pagare le tasse

– perché servono per costruire le scuole e farle funzionare, in modo che mio
figlio possa essere istruito ed educato per diventare un buon cittadino, senza
essere costretto a portare la carta igienica da casa.
– perché servono per costruire ospedali e curare chi ne ha bisogno senza dover
aspettare un anno per effettuare un esame medico specialistico importante.

– perché servono per creare lavoro e ricchezza per far vivere dignitosamente
tutti.
– perché servono per avere forze di polizia e magistrati, che vigilano sul rispetto
delle regole, sulla nostra tranquillità e per darci giustizia in tempi ragionevoli,
abbiano benzina nelle autovetture di servizio e strumenti e personale adeguati
per contrastare l’aumento della criminalità.
– perché pagarle è conveniente; infatti se nessuno le pagasse non ci sarebbero
scuole, strade, lavoro, ospedali, benessere e diritti.
Tu che non paghi le tasse, pensi che lo Stato metta “le mani nelle tasche degli
italiani”. Ma lo Stato non ruba. Lavora per te! Sono altri a rubare.
Tu che non paghi le tasse, togli il diritto di imparare anche a tuo figlio, di
lavorare e di curarsi ai tuoi parenti e ai tuoi amici, di vivere in una società giusta
a tutti gli altri.
Tu che non paghi le tasse, perdi la possibilità di essere aiutato. Quando avrai
bisogno, non ci saranno le strutture, non funzioneranno bene o non avranno i
mezzi. E quando vorrai affermare i tuoi diritti, non ci sarà più nulla per farli
valere.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *